Storia Maltignano di Cascia

Maltignano è unampia villa di transito sita nella valle omonima, lungo lantico itinerario che partendo da Cascia raggiungeva Civita per poi dirigersi poi verso Cittareale, nel Regno di Napoli.

Il toponimo indica un origine prediale; deriva da Maltinianus, riferibile ad un vicus romanus di centuriazione, cioè ad podere posseduto dalla gens Maltinia (come attestato dalliscrizione romana rinvenuta alle Piagge). La presenza romana, oltre che dal toponimo, è testimoniata dai numerosi ritrovamenti, avvenuti nel 1954 in occasione dei lavori di apertura della carrozzabile per Colmotino, (tra i quali si annoverano tombe del II sec. a.C. nelle quali sono state recuperate decorazioni di letti funebri) e dai materiali di spoglio reimpiegati nella costruzione di diversi edifici. Il vicus Maltinianus rimane in piedi ma ricostruito più a valle; loriginario si estendeva nell`altopiano di Acuti, presso la Chiesa ancora esistente di San Fortunato.

La località è ricordata nel carteggio dellabbazia i Farfa agli anni 1037 e 1080 (presenza di una cella monastica a questa pertinente). Labitato di Maltignano venne completamente distrutto dal sisma del 1703.