Un po’ di Poesia non guasta mai ….


Dalla mia finestra 

M’affaccio alla finestra,

e vedo un mondo intero.

C’è una casetta bianca

e c’è un camino nero…

C’è un pezzetto di prato

e un alberello verde,

c’è, in alto, in alto, il cielo

e l’occhio ci si perde;

vi passano le nuvole,

la luna, il sol, le stelle…

nel mio piccolo mondo,

oh, quante cose belle!  

 (L. Schwarz)
Paese 
Tre case di mattoni;

una chiesa per le orazioni;

una torre con due campane,

un forno per il pane;

la gallina che canta l’uovo

una scuola col tetto nuovo;

un vasetto con un fiore,

un giardino per chi vuole…

è un paese, ve l’ho detto,

che starebbe in un fazzoletto. 

( R. Pezzani )

Sulla cima d’un monte verde

c’è un villaggio di poche case

che dipinto sembra nel cielo.

E’ un paese sospeso in aria

or si vede, or non si vede:

tra le nuvole si disperde.

Ma la sera, che luminaria!

C’è la luna che si dondola

sulla punta del campanile

ed è là: sembra una gondola,

a far lume a quel villaggio 

(G. Noventa)

Paesino



Paesino chiomato di vento,

fra i castagni che fan girotondo,

gaio squittire, l’estate, ti sento

col bel cuore pulito e giocondo.

La chiesina sul fianco ti sta

con tre campane rotonde e piccine

che han la dolcezza della bontà,

dentro le gole turchine, turchine.

 (I. Dell’Era)

Notte in paese

Sul paesino bianco bianco

scende la notte scura scura;

ma il cuor piccino non ha paura,

anzi è preso da un dolce incanto.

Cosa c’è che lenta si leva

per il cielo vasto e d’oro?

C’è una luna di rosa e d’oro,

che sembra un fiore di primavera.

Cosa c’è nell’aria quieta,

come un pianto grave e soave?

C’è la campana che prega l’Ave

e accarezza ogni pena segreta.

Che cos’ha per compagnia

la piazzetta solitaria?

Ha la fontana che sempre varia

la sua canzone di fantasia. 

(D. Valeri)